Sindacato, ruolo fondamentale

cantone_20x100

“In un mondo in cui le diseguaglianze crescono e in cui l’investimento in economia reale e nel lavoro non è sufficiente a generare la ripresa necessaria, è importante ribadire il ruolo fondamentale del sindacato”.
Sabato, alle 10.30, in Sala Anziani in Municipio a Padova, nell’ambito dell’incontro “Europa, prima il lavoro: il ruolo fondamentale del Sindacato”, interverranno i segretari generali di Padova: Enrico De Giuli (UIL), Sabrina Dorio (CISL) e Christian Ferrari (CGIL); a tirare le conclusioni con Zanonato sarà Carla Cantonesegretaria nazionale dello Spi e segretaria del Ferpa, il sindacato dei pensionati europei. “Dobbiamo tornare con determinazione su alcuni “fondamentali” che sembravano acquisiti per sempre, ma la realtà con cui ci confrontiamo è quella di una frammentazione e disgregazione che penalizza le categorie più deboli: giovani, immigrati, lavoratrici e lavoratori, disoccupati; in troppi finiscono soli ad affrontare la crisi e a subire ricatti inaccettabili, con loro – da tempo – è rimasto praticamente solo il sindacato. Nella solitudine dei “perdenti della globalizzazione”, per forza di cose, maturano solo astensionismo e un ribellismo populista che non migliora le condizioni di vita delle persone. Ma tocca a noi organizzare queste debolezze e farle diventare forti, il sindacato è decisivo da questo punto di vista e non va indebolito”. Il sindacato, secondo Zanonato, svolge anche un ruolo di “innovatore”: “Vogliamo si affermi l’idea”, osserva l’europarlamentare, “che un sindacato forte può essere anche una leva straordinaria per migliorare e rendere più competitivo il contesto produttivo, alzando la qualità della nostra produzione e stimolando investimenti che permettano di far fronte alle sfide globali”.